Capodanno 2016 in Umbria: alla scoperta di Gubbio!

Per la vostra vacanza di Capodanno 2016 sognate un luogo che riesca a coniugare spiritualità e tradizione e che, magari, vi permetta anche di rilassarvi? Se è così, Gubbio potrebbe fare al caso vostro!

In questo periodo la città permette infatti di essere apprezzata sotto una veste “speciale”.

Nel quartiere di San Martino potrete ammirare il presepe a grandezza naturale che si sviluppa lungo i vicoli del borgo, mentre sulle pendici del monte Ingino farà bella mostra l’albero di Natale più grande del mondo, realizzato con diverse centinaia di sorgenti luminose collegate, tra loro, da circa 8.500 mt di cavi elettrici.

Quest’anno inoltre, nel Complesso trecentesco di San Benedetto, sarà possibile visitare “Dinosauri di Gubbio – sulle tracce dell’estinzione”, una mostra che traccia un excursus della loro evoluzione. Qui troverete ricostruzioni originali degli ambienti e scheletri, a grandezza naturale, di esemplari provenienti principalmente dal Sud America: il Giganotosaurus carolinii, il Megaraptor namunhuaiquii, il Carnotaurus sastrei, il Rebbachisaurus tessonei, il Tuaranginsaurus cabazai e uova e nidi del Mussaurus patagonicus.

Per fruire al meglio quanto la città offre, il portale Italia in Campagna, tra le varie offerte di Capodanno in Umbria, vi propone un hotel 4 stelle ubicato a poche centinaia di metri dal centro storico di Gubbio!

Dal 29 dicembre 2015 al 1 gennaio 2016, questa struttura, immersa in un parco e ricavata all’interno di un monastero del secolo XVII, metterà a vostra disposizione una camera doppia al prezzo di 590,00 € a persona, comprensivo di un trattamento di mezza pensione (colazione e cena), veglione di San Silvestro (cenone ed intrattenimento musicale) e animazione per bambini. Nel centro benessere potrete poi ricaricarvi grazie a saune finlandesi, bagno mediterraneo, bagno turco, bagno raxul e la possibilità di usufruire di massaggi e trattamenti viso e corpo; mentre nel ristorante avrete modo di gustare alcune specialità della cucina eugubina che, preparate con prodotti locali, risultano esaltate dalla presenza di tartufo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.